Alcolismo e depressione

Alcolismo e depressione: una combinazione rischiosa

Indice del contenuto
Alcolismo e depressione sono strettamente correlati. È risaputo che la depressione è legata al consumo di alcol. Tuttavia, la questione si trasforma spesso in un dibattito su chi ‘è nato prima, l’uovo o la gallina?’ L’alcol causa depressione o le persone depresse hanno maggiori probabilità di bere alcolici? La realtà è che entrambe le affermazioni sono vere. Si beve perché si è depressi e si è depressi perché si beve. In effetti, l’alcol tende a peggiorare i sintomi nelle persone che soffrono di depressione. Comprendere questo ciclo continuo può aiutare le persone depresse a evitare di ricorrere all’alcol in risposta ai sintomi depressivi.

Che cos'è la depressione?

Il famoso psichiatra americano Aaron Beck la descrisse come una triade cognitiva:

La depressione è una sindrome che coinvolge sintomi cognitivi, affettivi e fisici.

All’interno della sindrome depressiva, si possono sperimentare diverse emozioni spiacevoli come:

I sintomi cognitivi comprendono:

Mentre i sintomi fisici possono manifestarsi sotto forma di:

Di solito, i sintomi della depressione vengono vissuti come un umore opprimente e depresso sul quale non abbiamo alcun controllo. Si stima che 1 adulto su 15 soffra di depressione in qualsiasi momento, mentre 1 su 6 ne soffrirà ad un certo punto della propria vita.

Quando diagnosticato e trattato adeguatamente, questo disturbo dell’umore ha una buona prognosi.

Alcol e depressione

Secondo i dati ISTAT del 2012, il consumo di alcol in Italia coinvolge approssimativamente 7 milioni e 463 mila persone.

Circa il 25-30% degli alcolisti ha già sintomi depressivi prima di iniziare a bere.  Allo stesso modo, circa un terzo delle persone con depressione grave ha anche problemi di abuso di alcol. I giovani adulti e le donne depresse hanno il doppio delle probabilità di bere rispetto a coloro che non soffrono di depressione. Questo evidenzia il legame stretto tra alcol e depressione.

Se queste persone non ricevono le cure necessarie, potrebbero continuare a manifestare sintomi depressivi anche quando smettono di bere. Oggi, i terapeuti trattano spesso depressione e abuso di sostanze simultaneamente.

Per esempio, chi è depresso potrebbe fare terapia, prendere farmaci e unirsi a gruppi come gli Alcolisti Anonimi.

È evidente che l’alcol svolge un ruolo significativo qui. Sorge la domanda: cosa c’è nell’alcol che causa la depressione e viceversa?

Alcolismo e depressione

Perché le persone bevono?

È importante capire perché le persone bevono. Per alcuni, bere durante l’aperitivo è una forma di festa, mentre per altri fa parte della routine serale. Alcuni bevono per l’automedicazione, cercando di ridurre l’ansia, aumentare la socievolezza o alleviare l’emozione spiacevole.

Altri bevono per combattere la noia o calmarsi. L’alcol, in quantità moderate, fa sentire bene alla maggior parte delle persone. Tuttavia, in dosi più elevate o se utilizzato a lungo, l’alcol ha l’effetto opposto.

Effetti dell'alcol sul corpo

Potreste aver sentito dire che l’alcol è un ‘depressivo’. Questo può confondere molte persone poiché lo associano alla depressione. In realtà, il termine ‘depressivo’ non ha nulla a che fare con la depressione. È un termine scientifico che si riferisce all’effetto di una sostanza sull’organismo.

Ogni sostanza che rallenti le funzioni corporee, come l’attività cerebrale, il metabolismo o la respirazione, è classificata come depressiva. Questo è l’opposto di uno stimolante, che invece aumenta la vigilanza stimolando le funzioni del cervello e del corpo.

Infatti, l’alcol produce sia effetti stimolanti che depressivi sul corpo umano. Potreste notare che iniziando a bere o consumando quantità moderate, vi sentirete più energici e di migliore umore. Tuttavia, dopo alcuni drink, potreste cominciare a sentirvi stanchi e ad avere difficoltà a concentrarvi.

L'alcol fa venire la depressione?

È stato dimostrato che il bere, sia in modo eccessivo che moderato, aggrava la depressione. Le persone che consumano alcol hanno episodi depressivi più frequenti e gravi. Un interrogativo comune è se l’alcol fa venire la depressione?

Ciò che attrae molte persone è l’effetto dell’alcol sui neurotrasmettitori. Questo induce una sensazione di benessere. Allo stesso tempo, temporaneamente blocca quelli associati al malessere.

Inoltre, l’alcol inibisce le attività nella parte del cervello responsabile della pianificazione. Ciò aiuta alcuni a dimenticare i pensieri negativi che solitamente li affliggono.

Tuttavia, quando interrompono il consumo, spesso si sentono peggio di prima. Con l’uso a lungo termine, una persona può sperimentare la depressione come conseguenza della sindrome da astinenza.

Come riconoscere depressione e alcolismo?

Spesso è difficile determinare cosa sia iniziato per primo, se la depressione o il consumo eccessivo di alcol. Il problema risiede nel fatto che depressione e alcolismo sono strettamente interconnessi.

L’alcolismo potenzialmente può portare alla depressione. Allo stesso modo, una persona già depressa potrebbe cercare di trovare una soluzione al suo problema nell’alcol.

Riconoscere i pazienti depressi non è così difficile. Sono di umore basso, svogliati, stanchi, indifferenti e spesso sempre più irrequieti. Questi sintomi sono accompagnati da disturbi del sonno, dell’appetito, da lentezza, difficoltà di concentrazione ed esaurimento fisico.

Secondo i pazienti che soffrono di depressione, il sintomo più difficile è una sensazione di intensa sofferenza mentale priva di una ragione concreta. Questo è spesso accompagnato da un forte senso di vergogna e colpa.

Tutti questi problemi rendono la vita estremamente difficile. Questo è dimostrato dal fatto che oltre il 75% di tutti i pazienti depressi pensa al suicidio, e addirittura il 15% di loro compie questo atto.

A causa della sofferenza legata alla depressione, i pazienti cercano spesso una via di fuga dal mondo cupo e triste in cui si trovano. In quei momenti, l’alcol sembra molto allettante. Rappresenta un modo rapido per raggiungere questo obiettivo.

A causa della sofferenza legata alla depressione, i pazienti cercano spesso una via di fuga dal mondo cupo e triste in cui si trovano. In quei momenti, l’alcol sembra molto allettante. Rappresenta un modo rapido per raggiungere questo obiettivo.

Alcolismo e depressione

Alcolismo e depressione

I primi segni dell’uso di alcol come forma di automedicazione per la depressione si manifestano durante un attacco di cattivo umore.

I pazienti depressi tendono a bere da soli, perdendo rapidamente il controllo sulla quantità di alcol consumata. Ogni volta che iniziano a bere, finiscono per farlo pesantemente e sviluppano una maggiore tolleranza. L’ubriachezza diventa sempre più frequente, incidendo sulla dinamica familiare e lavorativa.  Questo comportamento porta alla perdita del contatto con amici e familiari.

Tale distacco aggravata la percezione di sé, peggiora la depressione e alimenta il bisogno di alcol.

Antidepressivi, tranquillanti e alcol: una combinazione fatale

Abbinare i medicinali a bevande alcoliche non è mai una decisione intelligente. Sorge la domanda: quali sono le conseguenze di questa combinazione? Gli effetti collaterali possono variare notevolmente, in particolare quando si mescolano antidepressivi e alcol.

Sotto l’influenza dell’alcol, l’effetto dei farmaci può essere prolungato o abbreviato, ridotto o potenziato. Mescolare alcol e farmaci a rilascio prolungato è particolarmente rischioso. L’alcol accelera lo svuotamento dello stomaco. Ciò causa la dissoluzione prematura del farmaco e un eccesso nel flusso sanguigno.

Le conseguenze indesiderate includono:

L’abuso prolungato può portare a:

In termini di problemi fisici, possono verificarsi:

Ciò accade specialmente quando si mescolano tranquillanti con alcol. La miscelazione con paracetamolo può causare danni epatici notevoli.

Cosa accade quando si assumono antidepressivi insieme all'alcol?

L’alcol è una sostanza ipnotico-sedativa. Rallenta le funzioni corporee se assunto in quantità eccessive. Agisce come un sedativo del sistema nervoso centrale.

D’altro canto, gli antidepressivi sono farmaci che modificano l’equilibrio chimico nel cervello. Essi influenzano i neurotrasmettitori. Un disequilibrio di queste sostanze chimiche può provocare problemi psicologici, come la depressione.

Diversi tipi di antidepressivi influenzano varie carenze (o eccessi) chimiche. Quando si combinano antidepressivi e alcol, si ottiene un effetto “doppio”. Gli antidepressivi possono amplificare gli effetti dell’alcol. Quest’ultimo può intensificare gli effetti collaterali degli antidepressivi, aggravando ulteriormente la depressione.

In molti casi, il consumo di alcol può provocare o peggiorare i sintomi della depressione.

Le persone depresse spesso ricorrono all’alcol per oscurare i propri problemi psicologici. Allo stesso tempo, l’alcol può avere un effetto negativo sulla depressione, intensificandone i sintomi.

La domanda che sorge è: quale sarà l’effetto dell’alcol se combinato con antidepressivi? Gli effetti di antidepressivi e alcol variano a seconda del tipo di antidepressivo utilizzato. In generale, evitate di prendere antidepressivi con alcol. Questo vale soprattutto quando guidate o usate macchinari.

Antidepressivi e alcol: Come combattere abusi e dipendenze?

Abbiamo esaminato le possibili conseguenze di combinare antidepressivi e alcol. In particolare, abbiamo analizzato gli aspetti legati all’alcolismo e depressione.

Esistono strategie efficaci per evitare l’assunzione concomitante di queste sostanze. Esse rappresentano uno dei modi più affidabili per prevenire problemi.

Tuttavia, sorge la domanda: cosa fare in caso di abuso di alcol e farmaci, o peggio, overdose? A chi rivolgersi se si sviluppa una dipendenza da entrambe le sostanze?

Queste sono condizioni pericolose che richiedono cure mediche immediate. Tentare di smettere autonomamente può causare gravi sintomi di astinenza. È meglio affrontare questi sintomi sotto la supervisione di professionisti medici.

La disintossicazione e l’astinenza da queste sostanze richiedono supervisione medica per essere sicure.

Alcolismo e depressione

MedTim - Superate oggi alcolismo e depressione

Presso MedTim, offriamo trattamenti specializzati per chi cerca di superare le dipendenze. Utilizza trattamenti disintossicanti avanzati per affrontare con successo tutte le forme di dipendenza.

I nostri medici hanno ottenuto risultati straordinari nel supporto e recupero dei nostri pazienti. Il nostro approccio personalizzato assicura la massima assistenza medica a ciascun paziente. Questa metodologia completa garantisce una vittoria completa sulla dipendenza.

Il trattamento dell’alcolismo e dei disturbi da uso di farmaci presso la clinica MedTim ha una durata di 14-21 giorni. Non prevede terapie sostitutive al termine del percorso.

Il nostro trattamento della tossicodipendenza non è a lungo termine, a differenza di altre cliniche simili. Adottiamo l’approccio che comprende trattamenti psicologici, farmacologici e sociali.

Offriamo una disintossicazione senza dolore e sicura da sostanze psicoattive, distinguendoci dagli altri.

La disintossicazione presso la clinica MedTim aiuta il corpo del paziente ad espellere le sostanze tossiche in modo più rapido. Ciò avviene senza sintomi dolorosi e gravi di crisi di astinenza. Questo permette al paziente di liberarsi da ogni disagio, fastidio e dolore.

Con la nostra esperienza e la vostra fiducia, ci impegneremo a curare voi o qualcuno a voi vicino dalla dipendenza una volta per tutte. La clinica MedTim mette sempre i pazienti al primo posto.

Contattateci ora per una consulenza gratuita.

Daniele

Daniele

Traduttore in lingua italiana

Siamo a vostra disposizione in qualsiasi momento

Conosci tutto su dipendenze e altri problemi psichici

La tua Privacy è importante

Utilizziamo cookie tecnici, analitici e di marketing per aiutarti con operazioni come l'accesso e il recupero di ricerche effettuate in precedenza.